Come scegliere il letto matrimoniale: le caratteristiche di cui tenere conto

Come scegliere il letto matrimoniale: le caratteristiche di cui tenere conto

Come ogni elemento di arredo di una casa il letto è qualcosa di fortemente personale. D’altra parte farsi consigliare se si è alla prima scelta è meglio. Di cosa tenere conto, quindi, quando si acquista un nuovo letto? 

Per prima cosa stabilite il budget destinato al letto, in questo modo eviterete di vedere letti che non potete permettervi e finire per innamorarvi di qualcosa di impossibile. Una volta deciso il costo del letto matrimoniale, potrebbe essere utile fare un giro online per vedere quali sono le tendenze del momento e dove dirigere il vostro interesse. Ad esempio, navigando su internet ho trovato tantissime alternative interessanti sul sito LoveTheDesign.

Troverete tantissimi spunti per il vostro arredamento e sui letti matrimoniali ho trovato una varietà di opzioni molto ampia sempre strizzando l’occhio ai trend del momento. 

Le caratteristiche di cui tenere conto in merito alla scelta del letto matrimoniale sono tante. Vi elenco quelle principali qui sotto, ovviamente molto è suggerito anche dalla mia esperienza personale. 

Altezza del letto 

Un letto troppo basso può essere scomodo soprattutto per quanto riguarda il “rigovernarlo”. Il letto basso è comunque molto difficile da collocare. Se disponete di uno spazio molto ampio, stile open space allora potrebbe star bene nell’ambiente altrimenti scegliete un letto dalle dimensioni standard. Per quanto riguarda le misure, scegliete qualcosa di largo almeno 1,70 e lungo 2 metri. 

Struttura 

La rete è ormai di ogni tipo. Per i nuovi letti si preferiscono le doghe alla vecchie reti. Se posso consigliarvi quelle che credo siano le migliori sono le doghe pieghevoli che hanno la caratteristica di piegarsi e distendersi per poter vedere la tv o leggere un libro in maniera più agevole ( addio cuscini dietro la schiena). Questo, ovviamente, prevede l’utilizzo di materassi che si adeguano alle doghe e che, quindi, possono piegarsi. I materassi di nuova generazione sono pensati proprio per agevolare il nostro riposo e quindi anche per piegarsi. 

Sfoderabili e contenitori 

I letti contenitori sono sempre molto quotati. Danno la possibilità di rimediare spazio ulteriore dove tenere coperte e cambi in maniera comoda e pulita. Il rovescio della medaglia è che il letto contenitore spesso tocca il pavimento impedendo, così, una corretta pulizia dell’ambiente. E’ sempre una buona opzione se si hanno problemi di spazio altrimenti evitate. Se scegliete un letto rivestito in tessuto accertatevi che sia sfoderabile e lavabile ( e che magari sia anche possibile sostituire il rivestimento una volta usurato). Sempre meglio scegliere un letto in legno o in ferro battuto o ancora in pelle lavabile.

 

In ogni caso  seguite il vostro gusto personale e innamoratevi di quello che ha la maggior parte delle caratteristiche che cercate. Io vi auguro solo di essere sempre felici sul vostro letto matrimoniale. 

 

 

Fashion blogger per passione. Amo scrivere e raccontare il mondo attraverso i miei occhi. Nella vita sogno ad occhi aperti e le persone restano la mia fonte di ispirazione migliore.

Commenti