Les Cahiers:la classifica della discordia!

Quanti di voi conoscono Les Cahiers? Per chi non lo sapesse è un sito internet di informazione che ogni mese stila una classifica dei blog di moda più seguiti in Italia ma anche in Inghilterra, in Germania, in Francia e negli Stati Uniti. Come fanno a sapere quali sono i blog più seguiti? Si affidano ad un calcolo ( che non ha però valore assoluto) identificato da  Alexa, un sito internet che analizza quanti accessi ha il vostro sito, quanto tempo il visitatore resta sul sito, quante pagine visita il singolo visitatore. Tutte queste cose generano un numero che permette a Les Cahiers di stilare la classifica dei blog più seguiti!

Vi starete chiedendo il perché di questo post? Come ogni cosa che faccio nella vita io cerco sempre di approfondire per meglio conoscere quello di cui faccio parte. Questo mese per la prima volta il mio blog è in questa classifica, al posto 67 e per me è stata un’enorme quanto bellissima sorpresa. Diciamocelo chiaramente è una bella soddisfazione. Ovviamente io ho letto tutti i criteri nelle FAQ che il sito mette a disposizione e da per niente esperta quale sono non so se sono giusti o no, corretti o no. Il mio post nasce, però, perché in coda alla classifica leggo sempre commenti poco lusinghieri rispetto alla redazione di questo sito. Spesso si leggono commenti di persone che credono ci sia chi paghi per entrare in classifica o ancora chi crede che ci siano cose poche chiare perché non è possibile che chi a Marzo era al 20° ad Aprile sia al 2° posto.  E perché mai? Chi ha detto che non può essere così?

L’entrata nella classifica mi ha spronata a fare meglio, a cercare di migliorare il mio blog per vederlo ancora in questa classifica, che a dire il vero non so che vantaggi dia ( anzi se tra di voi c’è chi ne ha ricevuto vantaggi lo scriva pure così da rendere questo post utile per tutti quelli che come me si pongono questo quesito).

Questa classifica dà valore al lavoro di tanti bloggers, permette la scoperta di blog nuovi che meritano di essere notati! Perché la si deve denigrare? Io non sono di parte perché ci sono dentro, come ho detto questo è per me il primo mese e non sono certa di esserci il mese prossimo anche perché come il mio ingresso non ha permesso ad un altro blog di esserci così potrebbe essere per me in quella di Maggio. Mi rendo conto che i criteri non siano proprio inequivocabili, allora invece di sparare a zero e basta perché non cercare di suggerire dei sistemi di calcolo diversi? Da dire, però, che leggo spesso anche commenti di persone il cui blog è uscito dalla classifica e si congratulano con quanti ci sono e sperano di rientrarci. Questo dovrebbe essere lo spirito giusto. Ovviamente so benissimo che Le Cahiers fa comodo ai bloggers ma  i bloggers fanno comodo ancora di più a loro perché credo che la presenza di questa classifica faccia la differenza in numero di accessi anche al lor di sito! 

Voi cosa ne pensate? Vi piace l’idea di una classifica per i fashion blog o pensate sia deleterea? Che valore le date? Pensate che provochi competizione tra bloggers? Credete che ci sia chi non meriti di essere in questa classifica? Fate vostro questo spazio!

How many of you know about Les Cahiers? For the uninitiated is a website of information each month draws up a list of the most followed fashion blogs in Italy but also in England, Germany, France and the United States. How do they know what are the most popular blog? They rely on a calculation (which did not, however, absolute value) identified by Alexa, a website that analyzes how many accesses your site has, how long the visitor stays on the site, how many pages visit the individual visitor. All of these things generate a number that allows Les Cahiers to compile a ranking of the most popular blog!

Are you wondering why this post? Like everything I do in life I always try to deepen to better understand to which I belong. This month for the first time my blog is in this ranking, instead of 67 and for me it was a huge surprise as beautiful. Let’s face it is a great satisfaction. Of course I’ve read all of the criteria in the FAQ that the site provides and which are not at all an expert I do not know if they are right or not, correct or not. My post was created, however, because in the bottom of the list I always read unflattering comments with respect to the drafting of this site. Very often read comments from people who believe there are those who pay to enter the charts or those who still believe that there are a few things clear because it is not possible that those who was on the 20th March to April is the 2nd. And why is that? Who said you can not be so?

The entry in the ranking has spurred me to do better, to try to improve my blog to see you again in this ranking, which to be honest I do not know what advantages dia (even if among you there are those who received benefits write it as well so as to make this post useful for all those like me who are asking this question).

This ranking gives value to the work of many bloggers, allows the discovery of new blogs that deserve to be noticed! Why do you have to denigrate? I’m not biased because I’m in it, as I said this is for me the first month and I’m not sure to be there next month because as my input is not allowed to be another blog so it might be for me that in May. I realize that the criteria are not quite unambiguous, then instead of sniping and just because they do not try to suggest the different calculation systems? To say, though, that I often read also comments of people whose blog is out of the rankings and congratulate those who are there and hope to re-enter. This should be the spirit. Obviously I know that The Cahiers suits the bloggers but bloggers are even more comfortable to them because I believe that the presence of this ranking makes the difference in the number of accesses to their site too!

What do you think? Do you like the idea of ​​a ranking for the fashion blog or think is deleterious? What value dates? Think causing competition among bloggers? Do you believe that there are those who do not deserve to be in this ranking? Make this your space

Commenti

  • Io personalmente sono contraria alle classifiche, non solo relativamente ai blog, ma su un piano più ampio. Questo perchè ritengo che non sia un numero a poter qualificare il lavoro di una persona. Vedo blog con solo delle foto che però hanno milioni di commenti, ed altri scritti con passione e conoscenza in cui passano in pochi. Non è il numero dei like a stabilire il valore di un post, o di un blog, almeno secondo me.

  • Hai toccato un tema che avrei voluto affrontare anche io e forse affronterò.
    In generale sono d’accordo con Vanessa che trova ingiusto vedere blog di sole foto altissimi e blog con contenuti validi bassissimi o inestistenti.
    Poi però mi dico che chi l’ha detto che devono vincere i contenuti? Chi l’ha detto che sul web non vincano le immagini o le doti da social media strategist…

    Insomma…anche io guardo Alexa e cerco di fare sempre meglio perchè vi assicuro che Alexa non viene guardato solo da Les Cahiers, ma anche dai nostri potenziali partner commerciali… dunque.. meglio stare in classifica perchè significa tante cose.

    Dopo di che ti faccio una domanda. Visto che hai approfondito, sai anche da cosa dipende il numero della reputation?

    p.s. complimenti per l’entrata in classifica!! 😀

    http://www.lestanzedellamoda.com

  • Roby

    Questo argomento interessa la maggior parte di noi blogger, ogni opinione sarà discordante però la certezza è che giusta o no che possa essere porta visibilità e lavoro a tanti. Purtroppo è anche vero che i criteri di scelta lasciano fuori molti blog davvero di ottima qualità ma che non vengono seguiti da molti e se non gli si da una mano non vedo come possano crescere e migliorarsi. Traggo la conclusione che fondamentalmente, almeno per quanto mi riguarda, non è di vitale importanza e quindi l’accanimento e la polemica mi sembrano davvero inutili, alla fine un buon lavoro se è realmente tale sarà apprezzato!

    That’s Love
    Facebook Page

  • Io ti faccio inanzittutto i complimenti per il tuo posizionamento in classifica, ma purtroppo devo dissentire con te perchè io questo mese non sono più presente pur avendo numeri più alti di chi è a metà classifica e questo certo fa riflettere sui loro criteri di valutazione. Inoltre ho mandato una mail a Les Cahiers per un chiarimento a riguardo ma non mi è stata mai data una spiegazione. Alla fine a me non interessa più di tanto perchè non credo nel valore generale delle classifiche però una maggiore chiarezza o quanto meno una spiegazione anche in privato sarebbe sinonimo di onestà e educazione per il lavoro altrui.

  • Prima di tutto ti faccio i miei complimenti per il tuo ingresso in classifica, sono sicura che sia una grande soddisfazione! Io, onestamente, ho un baby blog al quale sto iniziando solo in questo mese a dedicare un po’ più di tempo quindi non sono interna a queste cose. So tuttavia di gente che ha sclerato di brutto per il proprio posizionamento su Les Cahiers perché sembra che le aziende tengano conto di questa classifica per sapere chi contattare. Personalmente non mi trovo d’accordo con la storia delle classifiche in generale perché le trovo assolutamente impersonali (infatti molti blog posizionati ai primi posti non mi piacciono per niente) ma credo che, proprio volendo classificare, il metodo di classificazione proposto da Les Cahiers non sia male perché, appunto, totalmente non soggettivo.

    Ti mando un abbraccio e ti auguro di salire sempre più in qualsiasi classifica :):)

    Eleonora | GOMITOLOBLU

  • Francesca R

    Io non l’ho mai condivisa nemmeno quando ero al secondo, crea solo insana competizione questa classifica. Si basa sugli accessi dalla toolbar di alexa quindi non su accessi reali ma solo di chi l’ha scaricata,
    Da quando c’è si è scatenata una guerra feroce, io non ne voglio far parte e me ne tengo alla larga 🙂
    Don’t Call Me Fashion Blogger
    Facebook
    Bloglovin’

  • Complimenti. Io invece cado dalle nuvole non sapevo ci fossero queste classifiche .. Scopro sempre tardi le cose …da vera imbranata che sono.

    Kisses
    http://www.myfashionsketchbook.com

  • Ciao Carmen, tempo fa scrivevo per una testata giornalistica on line, mi occupavo delle sezioni Beauty e Style, premetto che non una giornalista, ma ho avuto modo di studiare Les Chiares in quanto abbiamo dedicato molti articoli alle fashion bloggers, da quel sito io attingendo alla classifica decidevo chi convenisse intervistare in base al numero di followers, e da quanto ho potuto capire il sito si occupa di fashion marketing, quindi stilare una classifica delle fashion bloggers più seguite è senza dubbio più utile alle aziende, visto che il tradizionale marketing, che prima si avvaleva di volti noti come promoter per i prodotti della maggior parte dei brands, ha sostituito questi ultimi con le fashion bloggers, abbattendo notevolmente i costi. D’altro canto come hai scritto per bloggers è un incentivo a fare meglio e un aiuto per farsi conoscere. Anch’io non demonizzerei Les Charies, ne tuttavia prenderei una fissa per questa classifica! Scrivere dovrebbe essere un divertimento, una forma di scambio tra chi scrive e chi legge, altrimenti che gusto c’è!
    Ah se ti va di seguirmi da pochissimo ho aperto un mio blog, in cui parlo prevalentemente di cosmetici, ma non mancano piccoli cenni alla moda!! a presto Doralda

  • Ciao Carmen mi sono spesso domandata come facessero a calcolare gli scores dei blog, ma ho lasciato perdere. Io ci sono da sei mesi in classifica e ben piazzata lì a metà tra tutte quante voi. Penso che, nonostante sia osteggiata, questa classifica sia un veicolo per molti blog, un’opportunità. Molte aziende ne tengono conto e ti contattano per collaborazioni. Una cosa però: preferirei essere contattata per come scrivo e per il mio taglio editoriale che per un posizionamento in classifica. Vedo lavori fatti male, articoli illeggibili e aberranti e posizioni alti. Touchè!

  • Conosco questo sito, io penso che fare una classifica sia una cosa positiva perchè potrebbe aiutarci a migliorare il nostro blog
    Alessandra
    http://www.alessandrastyle.com

  • Antonella C’est moi

    ti faccio in primis i miei complimenti…io sono stata in quella classifica per più di un anno e questo mese non so per quale motivo io sia stata esclusa, nonostante il mio alexa sia più basso di molti altri presenti in classifica!!! Va bene uguale io vado avanti per la mia strada e continuando a lavorare come ho sempre fatto anzi meglio di come ho sempre fatto, classifica a parte!!! un bacio cara

  • anna

    Anche io lo scorso anno sono stata per un mese in quella classifica, e devo dire che per molti mesi ho sperato di esserci di nuovo. Da quello che ho letto in giro, le aziende guadano quella classifica, e l’esserci comporta molte nuove collaborazioni.
    purtroppo io non ci capisco molto di alexa, page rank e cose così.
    Intanto io continuo a fare del mio meglio, per me stessa, il blog per me è soprattutto un passatempo, una sorta di allenamento…perchè sin da bambina il mio sogno è sempre stato quello di diventare una giornalista. Poi ogni giorno ci sono piccole soddisfazioni derivanti da questo mio nuovo hobby che mi spronano ad andare avanti 😉

    Diamanti Sul Sofà

  • Congratulazioni per questo traguardo, il sito non lo conoscevo e ora gli darà un’occhiata, amo scoprire nuove blogger!!

    Carmelyta’sRoom

    Pagina di Facebook : Carmelyta’sWorld

  • cristiane

    Sono d’ accordo con Lisa! Anch’io ho scritto alla redazione e non ho avuto una risposta!
    Complimenti !!!!!!

  • Marie Zamboli

    hihihi è vero tutti ne parlano! ^_^
    New post is up on my blog you should have a look 🙂
    oxoxoxo
    Marie

  • Ciao! Anche io sono entrato nella famosa Les Chaiseirs, penso da due mesi. Sinceramente ho badato poco alla posizione, anzi quando questo mese sono “sceso” scherzosamente sulla pagina Facebook ho scritto “mi sento un disco dei Modà” perchè appunto non la vedo una cosa grave. Qualunque sia la posizione il fatto solo di esserci a me fa piacere. E mi fa piacere perchè è gratificamente sapere che qualcuno ti abbia notato e non stai facendo un soliloquio in cui ti fai delle pippe mentali che solo tu leggi e capisci sul tuo blog. Così come a 10 anni era gratificante sapere che le tue amichette delle medie ti mettevano nell’elenco dei ragazzi più carini. Quindi in tal senso credo che sia giusto vivere questo elenco come una soddisfazione personale per chi c’è, ma non una disfatta per chi non c’è.

    E non dev’esserlo perchè quella di Les Chaisiers non è una classifica, ma un elenco. La classifica infatti prevedere una graduatoria in ordine di merito, ma leggendo le FAQ e leggendo l’introduzione di ogni “classifica” mensile c’è scritto che i dati secondo i quali le persone entrano in classifica sono dei dati che in ogni caso non tengono conto della qualità del prodotto. Infatti si parla di blog più seguiti, non di blog più “belli”. Quindi tutti quelli che si preoccupano del fatto che non ci siano blog che a loro parere sono qualitativamente migliori, non devono preoccuparsi perchè questa classifica non tiene conto del valore qualitativo. E’ una scelta. D’altronde le classifiche si basano sui criteri e loro hanno scelto di non basarsi sul criterio della qualità. L’importante è saperlo ed esserne consapevole, altrimenti si prende la classifica come quello che non è.

    L’errore però comunque più grande che fa Alexa secondo me sta nel titolo di questo elenco. Perchè chiamarlo I BLOG PIU’ SEGUITI è sbagliato. Ed è sbagliato perchè i fattori che permettono una persona di essere in classifica, di scendere e salire sono vari e assolutamente non obiettivi. Ma questo non è neanche un problema, perchè ripeto in ogni classifica di qualsiasi cosa vengono scelti dei criteri, quindi ci sta che la classifica non voglia rispettare dei criteri e non degli altri. Però appunto questo vuol dire che non sono I BLOG PIU’ SEGUITI. Già il fatto che uno debba essere iscritto ad Alexa per provarci ad entrare significa che comunque già di base è una classifica “di parte” altrimenti prenderebbe in considerazione tutti i blog, non solo quelli segnalati e controllati quindi da Alexa. Quindi per me bisognerebbe cambiare la dicitura, non chiamarla classifica ma elenco e far capire già sono nel titolo che i criteri non sono le visite, ma le visite calcolate da Alexa. Perchè le visita calcolate da Alexa e quelle di Analytics ad esempio sono completamente diverse. Ci sono un sacco di fattori: chi ti visita deve avere la toolbar di Alexa, la permanenza deve essere tot minuti. Insomma, come tutte le classifiche ci sono delle regole, ora si può essere o non essere d’accordo con le regole, però è giusto da parte di Les Chaisier far campire subito, a primo impatto, già dal titolo, che quelli sono i blog più seguiti secondo dei dati ottenuti da Alexa e secondo dei criteri che loro ritengono giusti. Lo so che un titolo lunghissimo ma il senso è questo.

    Infine, rispetto alle “collaborazioni”, ame personalmente non ha dato più visibilità di quella che mi sono “costruito” io pian piano leggendo altre blogger che poi hanno cominciato a leggere anche il mio. Non ho avuto proposte commerciali tramite quella classifica. E’ vero pure che io sono un uomo e probabilmente il fashion blog maschile è ancora tardo a rodare, certe aziende maschili ancora non si affidano ai fashion blogger per collaborazioni ecc come invece accade per quello femminile. Quindi in tal senso dico che la classifica “non mi è servita”, ma comunque “il sesso” in questo caso penso che possa influire.

    L’ultima cosa che volevo dire è che comun

  • Per prima cosa ti faccio i miei complimenti per la posizione raggiunta. Ho letto tanti post su questa classifica, credo stia creando più problemi che altro..
    Daniela
    kaosmagazine.it

  • L’ultima cosa che volevo dire è che comunque trovo ingiusto quando si considerano i blog “di solo foto” come qualitativamente scarsi. Lo trovo offensivo perchè la foto è un contenuto. La foto non vale meno della parola. Quind il problema è se le foto sono belle, se insomma la foto in quanto contenuto ha un senso, ha un valore, ti suscita qualcosa … allora si può parlare se il blog è qualitativamente buono o no. Ma catalogarlo già qualitativamente “brutto” solo perchè ci sono solo foto lo trovo un ragionamento che lede praticamente un’arte che esiste da secoli e che ha la sua dignità tanto quanto la parola scritta. E lo dice uno che, come vedete, scrive così tanto che dovendolo fare con una fotografia ci perderei una vita

    • Ottimo commento, penso sia di grande aiuto per chi non è molto avvezzo!

  • complimenti per il posto in classifica 🙂

    GlamObserver

    Bloglovin’
    Facebook
    Twitter

  • Sinceramente: non me ne intendo. Non mi sono mai curata di capire come funzionasse, su quale algoritmo si basi il calcolo o se sia attendibile o meno. Il fatto è che spesso i pr di brand tengono in considerazione quella classifica per attivare nuove collaborazioni con i blogger, il che non è corretto.

    La classifica analizza dei dati. Non analizza quanto il blogger in questione sia in grado di scrivere o meno. Quali siano le sue modalità e capacità di espressione e la validità dei contenuti fotografici che affianca al testo.

    Se dovessi scegliere un aggettivo per la classifica, sarebbe: riduttiva.

    THE RED GIRL SMILE – fashion and beauty blog

    Facebook page
    Twitter account

  • Complimenti!
    Io sono stata in questa classifica nel mese di marzo, invece ad aprile nisba.
    Ovviamente mi avrebbe fatto piacere continuare a esserci ma non me ne cruccio più di tanto. Per il mio blog – che è diventato una specie di lavoro – non ho scelto contenuti facili e quindi non posso nemmeno aspettarmi adunate oceaniche.
    Come hai detto tu e anche gli altri commentatori non si tratta di una classifica relativa alla qualità del blog – e infatti ci sono blog ben fatti e altri assolutamente inguardabili – ma riguarda quanto i blog siano seguiti in base ai criteri di Alexa.
    Spiace che aziende e p.r. badino esclusivamente ai numeri – ma non c’è da meravigliarsi -, però davvero non capisco tutti gli isterismi attorno a questa classifica.

    Alessia
    ElectroMode

  • Argomento delicatissimo..anche se non reputo proprio cporrispondente alla realtà la classifica che Les Chaiers ottiene basandosi sui suoi criteri, devo ammettere che il solo fatto di farne parte mi agevola, perchè spesso brand e aziende con cui ho collaborato mi hanno riferito di avermi trovata proprio così!
    Torna presto a trovarmi su Cosa Mi Metto???
    Win your favorite pair of sunglasses!!

  • Irene

    io da quando è uscita ci sono sempre stata tra un mese estivo, sinceramente fa piacere, anche se come scritto sopra in altri commenti non è assoluta..
    FASHION SINNER
    FACEBOOK FANPAGE

  • Sono felice che tu sia per la prima volta in classifica ma devo assolutamente discordare da te in quanto non è una classifica attendibile e malgrado molti pr si affidino a questa per intraprendere una collaborazione, non valuta i progressi del blog in generale.
    Ti faccio un esempio: ho aperto il blog da un anno e mezzo e sono stata presente per il primo anno in classifica dal 30esimo post in su, quindi anche un’ottima a mio parere collocazione, da quando ho cominciato ad incrementare i follower, le visite e le collaborazioni sono stata eliminata, ti pare logico?? a me sembra una buffonata.. poi ognuno la pensasse come vuole, ma se davvero fanno delle ricerche approfondite, avranno notato che ora sono più in vista rispetto a quando comparivo nella classifica.

  • Non è che la si deve denigrare, non si deve proprio considerare. Tanti sono i motivi soprattutto tecnici.
    marti
    http://www.glamourmarmalade.com

  • non è denigrare o meno secondo me…ma non ha un valore come lo intendeno le aziende purtroppo.
    però inutile stare dietro a queste cose. soprattutto se una cosa si fa per passione 😉
    xoxo

    Syriously in Fashion
    Official Facebook Page

  • La pensiamo abbastanza come te!
    Sicuramente qualche criterio potrebbe cambiare e non è forse super oggettiva..
    Ma per quanto ci riguarda nel nostro piccolo a noi è utile per spronarci a fare meglio e come metro di paragone!
    Poi non non abbiamo conoscenze quindi possiamo assicurare che non è truccata, semplicemente i criteri sono poco chiari..

    XOXO

    Marci&Cami

    Paillettes&Champagne

  • No so se si avviano davvero collaborazioni importanti, so invece di ragazze che si spostano a spese proprie per raggiungere i luoghi degli eventi. C’è un’ansia di essere presente da tutte le parti senza scegliere o scremare.

  • Hai toccato un tema molto discusso… su degli aspetti hai ragione. Ma comunque le aziende e i PR dovrebbero avere le competenze di valutare chi scegliere e con chi collaborare anche senza classifiche di merito (dico questo nonostante io ne faccia parte!).
    Maria Giovanna

    My Glamour Attitude – Fashion Blog
    Bloglovin
    Facebook
    Twitter
    Youtube

  • Non tocchiamo questo tasto! Ho scritto a quel sito 30 volte ma una risposta veritiera non l’ho ancora ottenuta, ben vengano le classifiche ma se devono essere false e di parte assolutamente no! Voglio scriverne anch’io!

    Xoxo

    G.

    http://georgefashiondreamworld.blogspot.it/

  • l’unica cosa che contesto a classifiche come questa è la mancanza di un criterio molto importante che non va sottovalutato: la qualità. troppe volte viene sacrificata in nome dei numeri e credo sia davvero un peccato, soprattutto in quello che dovrebbe essere un campo libero e soprattutto indipendente 😉

    Federica
    La ragazza dai capelli rossi

  • (perdonami il doppio “soprattutto”, ho scritto di getto 😀

    Federica
    La ragazza dai capelli rossi

  • Argomento davvero molto interessante! Prevedo tante discussioni e commenti in merito xD Secondo il mio modesto parere, penso che come classifica possa comunque essere utile, indipendentemente dai criteri di selezione .. Se un blog c’è ed un altro no un motivo ci sarà e non deve essere per forza un giudizio universale .. Ti parlo io che un mese sono stata in classifica ed un altro no ..

    Baci baci e complimenti per la posizione in classifica 🙂 <3

    NEW POST: Penny lovers: Dress Code !
    Giveaway by PersunMall! Ti Aspetto!
    Facebook

  • Io sinceramente non ci sto capendo molto : è a pagamento, non è a pagamento..no aspetta è a pagamento xD Sincero? A me non dispiace come idea , le discordie ci sono e ci saranno SEMPRE. Ma può essere come dicevi tu un modo per spronare a fare sempre meglio con la giusta dose di competitività …ovviamente senza farne una malattia perchè è e resta una classifica…non si vince niente x)

    Kiss ♥
    BecomingTrendy | Follow me on FB & Bloglovin’

  • Lucy

    Mah, questa classifica lascia a desiderare, sono d’accordo con Francesca, i criteri tengono conto solo di alcuni parametri, inoltre ok, sono d’accordo sull’ importanza dei numeri, ma anche la qualità di un blog è fondamentale. Ci sono tanti blog scadenti sia per immagini che per contenuti che rientrano in questa classifica, spero che le aziende ne tengano conto! Lucy http://www.tpinkcarpet.com

  • Ho sempre seguito con molta attenzione la classifica di Les Cahiers. Mi piacerebbe un giorno entrare anche io in classifica!

    Torna a trovarmi sui miei blog

    Travel and Fashion Tips

    Dieta e Nutrizione

    Le ricette di Anna e Flavia

  • Guarda, io ho scritto un post a Novembre dove ho spiegato per quale motivo non è affidabile, se dovesse capitarti di leggerlo vedrai che avrai più chiaro il vero scopo di quella classifica. Baci! 🙂

  • greta

    congratulazioni per il tuo ingresso.
    in effetti questa classifica è alquanto discussa ;)))

    THE CIHC
    THE CIHC FAN PAGE ON FB
    BLOGLOVIN

  • Sinceramente non abbiamo mai capito i criteri di valutazione..ci siamo entrati anche noi lo scorso anno verso Novembre Dicembre..Ci sono blog sconosciuti ai primi posti e altri che sono abbastanza conosciuti non rientrano proprio. Bah,
    Non ci interessa molto comunque 😀
    Classifiche = Competizione

  • Io ancora non riesco ad entrarci 🙁 ma non ne faccio un dramma, continuo per la mia strada 🙂

    The Annelicious

  • io son da 2 mesetti che faccio parte della classifica anche se quest ultimo mese son sceso di qualche posizione!!!a me non ha agevolato anzi , per me è uno sprono in meglio a migliorarmi e continuare a metterci passione e devozione in quello che faccio!!!per me dipende dagli occhi di uno come la guarda , io la guardo con ammirazione , con soddisfazione di aver fatto bene il mio “lavoro”passione e di tendere sempre al meglio , altri la guardano come una forma di competizione , ben venga questa competizione , ma che sia positiva però!!
    baci e ottimo post , un argomento che interessa un po tutti!!!e auguri per la tua entrata 😉
    passa a dare un occhiata al mio blog http://www.whosdaf.com
    take a look at http://www.whosdaf.com

  • Innanzitutto complimenti per essere entrata in classifica 🙂 È sicuramente uno strumento utile anche se, come già detto, si basa sulla quantità e non sulla qualità.
    Io nemmeno sono riuscita a capire bene come funziona anche perché, sono stata vari mesi in questa classifica, ma quando sono aumentati i numeri delle visite mi sono trovata molto più sotto rispetto ai mesi precedenti!
    Ci sono aziende che contattano a partire da questi dati e, nel mio caso, ho notato molti ingressi al blog proprio da questa classifica ma molte collaborazioni mi sono state proposte al di là di questo.

    baci

    Dora @ Dora Fashion Space

  • Io a dire il vero non ho trovato benefici evidenti dall’essere in classifica, però mi fa sempre piacere spulciare la lista e trovare il mio nome. E’ davvero forse più uno sprone a far meglio che un vero traguardo da raggiungere

  • Fabrizia

    complimenti x essere entrata in classifica!A mio avviso è sicuramente un modo x ottenere più visibilità però non gli darei troppa importanza!

  • Complimenti per il bel risultato cara! Questo tipo di classifica serve sicuramente per farsi notare da aziende con cui poi instaurare collaborazioni! Sinceramente ne so poco al riguardo..quindi non posso sbilanciarmi! 🙂
    Giulia

    http://giuliagalettibeer.wordpress.com/2013/06/10/outfit-of-the-day-spacewoman/

  • Complimenti! A dire la verità vanno bene le classifiche ma alla fine io lo faccio per me, quindi classifica o no mi cambia poco.

    A.

    The Fashiometer Blog
    Facebook
    Twitter

  • Per me è una classifica totalmente inutile, non possono basarsi sui dati come le visite perchè non le possono vedere. Io sono presente da sempre nella classifica ma onestamente non mi interessa esserci. Il fatto che ora sia a pagamento inoltre dimostra che cercano di far soldi sopra ad una classifica che nemmeno merita di essere letta. Page rank e Alexa non contano nulla!

    Only Shopping Blog

  • Detta così, a prima vista, mi sembra una cosa interessante e che può spronare noi blogger a fare di meglio. Ovvio che, come tutte le classifiche, siano piene di lati negativi. Purtroppo, pur sembrando un argomento “oggettivo”, è in realtà molto soggettivo. Non ci può basare solo sui puri numeri, perchè un blog offre molto di più. Il problema è che ultimamente, sembra contare molto di più la quantità che la qualità…mettere al primo posto la Ferragni, che è diventata quel che è diventata solo perchè piena di soldi e con la possibilità di farsi fotografare e farsi pubblicità, mi sembra un insulto a tante altre ragazze che condividono col pubblico contenuti molto più intelligenti.
    Ad ogni modo, complimenti vivissimi per la tua entrata in classifica ad un posto di tutto rispetto! Un bacio! 🙂

  • Coffe Break Blog

    Assolutamente in disaccordo sui criteri di selezione. Non sono prfessionisti e si evince dalla classifica e da dove sono bloggers davvero importanti (ovviamente troppo in basso rispetto ad altri sconosciuti).

    NEW OUTFIT IS ONLINE ON http://www.coffebreakblog.com

    COFFE BREAK ON FACEBOOK

  • Questa benedetta classifica ha un suo metodo di misura che non deve essere letto come assoluto. Infatti si basa solo su alcuni dati e non su una visione a 360^. Io ne sono entrata a ottobre e solo lo scorso mese non ci sono stata. Secondo me hanno sbagliato, ma ripeto, non sono dati assoluti, ho visto il mio blog crescere e poco mi è importato.
    Quello che non sopporto, che mi fa venire il fumo agli occhi non sono gli alti e bassi, non sono le critiche, è giusto che ci siano per chi presenzia e per chi lavora per la classifica. Io non sopporto quei pollici versi ad alcuni commenti, lo trovo sgradevole, ognuno ha il diritto di dire la sua e anche di dissentire dagli altri. Starà alla redazione motivare argomenti e risposte appropriate.
    Complimenti per il tuo blog!

  • maledetta qst classifica 🙁

  • Mi dispiace non avere voglia di parlare ennesimamente dell’ argomento, quindi sarò breve e coincisa.
    Secondo te come è umanamente possibile che persone che abbiano molti più follower su tutti i social network del genere 10.000 o 9000 follower non siano in classifica e alcuni con 1500follower o 300 f. ci siano?
    Ovviamente non è un attacco a te, anche io sono stata in quella classifica, ma va fuori il rigor di logica.

    The Fashion Coffee

    Facebook
    Twitter
    Bloglovin

  • non ho mai amato questo genere di classifiche, anche perchè mi sono resa cono che mi hanno preso in considerazione in alcuni mesi e no in altri dove i miei dati di accesso ecc. erano più alti!
    comunque complimenti per il tuo traguardo 🙂