Illuminazione wireless per la casa: come la luce diventa intelligente

Illuminazione wireless per la casa: come la luce diventa intelligente

Il futuro è sempre più presente. Quello che vediamo nei film è ora realtà. Avete mai visto quei film nei quali i ricchi protagonisti entrano in una stanza e si accendono le luci? Non è magia né più fantasia è la realtà che possiamo vivere anche noi grazie alla luce con sensore di movimento che ci regala la libertà di dimenticarci degli interruttori. 

Migliorare e semplificare la nostra vita deve essere un obiettivo per tutti. Penso, ad esempio, alle persone anziane che vivono da sole o alle luci accese di notte che possono disturbare il sonno degli altri. Penso anche alle luci accese nelle camere dei bambini al mattino che infastidiscono tantissimi i più piccoli. Porto la mia personale esperienza in merito perché Andrea è molto sensibile alla luce al mattino e sono, pertanto, costretta a non accenderle per non disturbare i suoi occhi. Philips ha ideato Hue, un sistema di illuminazione wireless interconnessa che si adatta alle nostre abitudini consentendo di avere una luce diversa per ogni camera della nostra casa ed un’illuminazione specifica per ogni momento della nostra giornata. Il sensore può essere posizionato in qualsiasi punto della casa perché non collegato a dei cavi: un altro aspetto di grandissima libertà. 

 

Nello specifico Hue può migliorare la quotidianità grazie alle sue diverse funzionalità:

•le luci si accendono in base ai movimenti delle persone e alla loro effettiva presenza in una stanza. Questo permette di risparmiare anche sulle bollette, riducendo l’utilizzo della corrente quando non è necessario (quante volte uscendo da una stanza non spegniamo la luce e consumiamo inutilmente energia elettrica!). 

•Si attiva uno scenario diverso per ogni stanza della casa, il che significa che si può ottenere una luce diversa in cucina o in camera da letto, in bagno o in salotto. In questo modo anche l’atmosfera cambia da un ambiente all’altro. 

•Il sensore attiva una luce diversa in base al momento della giornata. Ciò significa che se di sera possiamo avere bisogno di un fascio di luce più intenso, di notte possiamo scegliere una luce soffusa che non disturbi il sonno degli altri.  Anche al mattino, ad esempio, un’illuminazione soft può aiutarci ad abituarci alla luce del mattino più facilmente e questa è una cosa che mi sta particolarmente a cuore e che mi sta convincendo ad acquistare un sistema Hue.

 

Voi cosa ne pensate? Vi piace l’idea di avere una illuminazione wireless per la casa? 

 

 


Photo credit: Philips Lighting

Commenti

  • Angela

    interessante, mi piace quest’idea.