Nancy Horan- Mio amato Frank

Ciao a tutte, oggi sono di nuovo qui a proporvi un libro.

Ho scoperto questo libro diversi anni fa. Ero in ferie e con Vale abbiamo deciso di partire alla volta di Bologna. In una libreria di questa bellissima città vidi questo libro. Lo presi tra le mani e cominciai a leggere la quarta di copertina. Fui catapultata in un attimo agli inizi del ‘900 in America. La storia d’amore travolgente, sconvolgente e dal finale ricco di suspence tra il più grande archittetto del Novecento Frank Lloyd Wright ( sua la famosa Casa sulla cascata ed il progetto del Museo Guggenheim) e  la fotografa Mama Cheney. Entrambi sposati, entrambi con figli. Entrambi travolti da una passione senza limiti che li porterà a scelte estreme e difficili per l’epoca.

Questo libro io l’ho letto in un batter di ciglia. Nonostante le sue 450 pagine il libro scorre via veloce tra racconti dei protagonisti e immagini di quello che è stato tra di loro.

Una storia che fa comprendere che non esiste un “periodo per amare” non esiste un “momento per amare”, che non tutto può essere per sempre e che la vita è talmente sorprendente che un giorno pensi di non poter vivere senza la persona che ti sta accanto ed il giorno dopo incontri una persona che ti manda la vita in subbuglio e capisci che l’amore è senza fine e non ha un percorso preciso.

Ecco cosa resta di questo libro: la sensazione di aver letto la storia vera di due persone che contro ogni convenzione sociale decidono di vivere la loro storia, di sapere quanto amore abita in loro e scoprire alla fine che è stata la scelta giusta.

                                                                   gug

  la casa sulla cascata

 

mio amato frank

Commenti